Tramonto a Castel San Pietro Romano

Osservare il tramonto a Castel San Pietro Romano, borgo definito “il balcone della provincia di Roma”, è un’esperienza indimenticabile. Il paese sorge proprio dove un tempo si ergeva l’acropoli dell’antica Preneste, a oltre 700 metri d’altezza, in uno scenario incantato che sembra quasi cristallizzato nel passato. Lo sguardo spazia dalle creste dei Prenestini a nord, alla Valle del Sacco a est, fino ai Lepini, al mare di Fiumicino e, sempre nella stessa direzione, alla Città Eterna.

Come dire che a Castel San Pietro Romano dovranno necessariamente venire gli amanti dei panorami superbi e della fotografia. Fu proprio un famoso fotografo, Adolfo Pastorel, allora sindaco del paese, a candidarlo come set naturale del film “Pane, Amore e Fantasia”, dando inizio ad una vera e propria tradizione di location cinematografica di numerose perle del neorealismo italiano. Se amate il cinema italiano, potrete riconoscere il balcone dal quale si affacciava Vittorio De Sica (il maresciallo Carotenuto) e quello dirimpetto della levatrice (Marisa Merlini), la piazzetta dove Gina Lollobrigida (la Bersagliera) si scatena in un ballo con il maresciallo e le ripide stradine in pietra che la protagonista percorre in groppa all’amato asinello Barò. Non dimenticate di visitare la bella Chiesa di San Pietro, il Castello Colonna e le mura ciclopiche dell’VIII secolo avanti Cristo restaurate di recente. Qui avrete anche la possibilità di cenare in uno dei ristoranti tipici del paese. E poi, a notte fonda, caldi cornetti e fragranti pizze appena sfornate dal Panificio Biscottificio Fiasco.

I commenti sono chiusi