Immergersi nella natura

Vi consigliamo di iniziare il vostro itinerario tutta natura da nord. Il Lago di Occhito è un grande bacino artificiale di 14 chilometri quadrati dove è possibile cimentarsi nella pesca sportiva. Scendendo più a sud, si incontra il massiccio del Monte Cornacchia, la cima più alta di Puglia (1.152 metri sul livello del mare), dove potrete visitare il piccolo e scintillante Lago Pescara. Lo specchio d’acqua e il bosco circostante costituiscono il tempio dei funghi e dei tartufi in autunno, delle stupende fioriture in primavera e del verde intenso in estate, ma anche delle distese bianche negli inverni più nevosi. Il lago, che vi stupirà in primavera per la fioritura dei bellissimi ranuncoli acquatici, è anche vicino al Parco Avventura di Biccari (uno dei tanti parchi avventura del territorio), dove troverete percorsi acrobatici fra le cime degli alberi. Le attività sono adatte ad adulti, bambini e diversamente abili. Sempre sullo stesso massiccio, nei comuni di Castelluccio Valmaggiore, Roseto Valfortore, Biccari, Celle San Vito e Faeto, è possibile abbandonare l’automobile e percorrere il Sentiero Frassati di Puglia dedicato a Pier Giorgio Frassati, figura storica dell’Azione Cattolica, amante della montagna e beatificato da Papa Giovanni Paolo II nel 1990. Il sentiero segna un anello sul Monte Cornacchia e consigliamo di seguire il tratto di circa 3,3 chilometri fra Castelluccio e Celle San Vito, da percorrere in circa un’ora e mezza.

Infine, ancora più a sud, superata Bovino e a non più di quaranta minuti di automobile dal Monte Cornacchia, ecco le Gole di Pietra di Punta create dalla maestria della natura, nei millenni. Maestoso è l’impatto scenografico di tante piccole cascate, laghetti, salici che si adagiano sulle acque o pioppi che si riflettono su di esse. Troverete anche numerosi anfibi, uccelli acquatici e una vegetazione di sottobosco lussureggiante. Nei vostri giri, vi consigliamo di farvi accompagnare da guide esperte!

I commenti sono chiusi