Da Ortona a Punta Penna – Costa dei Trabocchi

Il vostro itinerario qui passerà in mezzo alle vigne, in mezzo a qualche uliveto, e sicuramente vi consentirà di avere belle vedute sulla costa sottostante, fatta di mare blu, rocce scure e tanti trabocchi. Perché qui inizia anche la cosiddetta Costa dei Trabocchi, dove queste strutture per la pesca, che Gabriele d’Annunzio riteneva “simili a degli enormi ragni“, sono spesso state riadattate a piccoli ristorantini estivi. Lungo la costa i trabocchi si inseguono numerosi, isolati o a piccoli gruppi. La tentazione è di fermarsi ad ammirarli uno ad uno perché ognuno si offre con una diversa personalità.
L’itinerario termina con la riserva naturale di Punta Aderci e la splendida spiaggia di Punta Penna, luoghi ideali per le vostre escursioni a piedi o in canoa, per le vostre nuotate e per il vostro birdwatching. Evitate l’autostrada se potete e prendete le strade secondarie. Il verde delle vigne, appunto, si scontrerà con il blu del Mare Adriatico.

I commenti sono chiusi