Partner

GAL Castelli Romani e Monti Prenestini – Lazio
Il GAL, costituito nel 2009, è un'Associazione riconosciuta con lo scopo prioritario di dare attuazione al Piano di Sviluppo Locale (PSL) approvato dalla Regione Lazio. La base sociale è attualmente composta da 22 soci (13 per la componente pubblica e 9 per quella privata) portatori di interessi collettivi e privati, in rappresentanza delle principali componenti istituzionali, economiche e sociali del territorio.
Il PSL si propone di recuperare il valore aggiunto prodotto dalle produzioni agricole tipiche locali per migliorare la qualità dell'offerta alimentare e territoriale.
Le principali linee di intervento sono: miglioramento della commercializzazione dei prodotti locali nei circuiti brevi e di prossimità; qualificazione delle produzioni; organizzazione del territorio per la fruizione del tempo libero con particolare riferimento all'offerta enogastronomica.

GAL Meridaunia – Puglia
Il GAL Meridaunia, fondato nel 1998, è una società consortile mista a responsabilità limitata, a prevalenza di capitale pubblico. Il GAL Meridaunia è stato costituito per gestire i finanziamenti comunitari del Leader II con la partecipazione di Enti Pubblici e Soggetti Privati. Il GAL Meridaunia non ha scopo di lucro e ha per oggetto sociale la promozione di attività nei settori agricolo, agrituristico, turistico, artigianale, dei servizi e delle attività produttive in genere, comprese le attività di formazione e riqualificazione a favore dell'occupazione delle imprese, nonché lo studio, l'attuazione ed il coordinamento di iniziative utili alla promozione dello sviluppo sociale ed economico compatibile con le risorse ambientali.
Il PSL si propone di incentivare il turismo sostenibile come via privilegiata al conseguimento dello sviluppo dell'area, in quanto è un settore privilegiato entro cui coniugare le tre componenti essenziali dello sviluppo sostenibile: coesione sociale, sviluppo economico e tutela ambientale.
Le principali linee di intervento sono: valorizzazione delle risorse naturali e culturali; miglioramento della qualità della vita nelle zone rurali.

GAL Maiella Verde – Abruzzo
Il GAL, costituito nel 1992, è una società consortile a responsabilità limitata. La base sociale è attualmente composta da 126 soci (8 per la componente pubblica e 118 per quella privata), portatori di interessi collettivi e privati, in rappresentanza delle principali componenti istituzionali, economiche e sociali del territorio. Il GAL ha gestito anche le programmazioni Leader I, Leader II e Leader +.
Il PSL si propone di migliorare la qualità dell'offerta territoriale attraverso la qualificazione e il recupero del valore aggiunto delle produzioni tipiche locali, del paesaggio e dell'ambiente rurale, e lo sviluppo della fruibilità e dell'attrattività dei sistemi territoriali.
Le principali linee di intervento sono: introduzione degli elementi tipici di bio-diversita animale e vegetale all'interno dei processi di produzione e trasformazione; identificazione e sviluppo dei sistemi locali di identità; miglioramento dei servizi di fruizione del territorio.

GAL Val d’Ultimo – Alta Val di Non – Val Martello – Trentino-Alto Adige
Il GAL, costituito nel 2001 e senza una forma giuridica definita, è attualmente composto da 21 soci, portatori di interessi collettivi e privati, in rappresentanza delle principali componenti istituzionali, economiche e sociali del territorio.
Il PSL si propone di rivitalizzare le comunità locali in un ritrovato equilibrio con le risorse e con il patrimonio culturale e naturale, promuovendo lo sviluppo del turismo rurale sostenibile. Le principali linee di intervento sono: sviluppo qualitativo e sfruttamento turistico di malghe e alpeggi; promozione e valorizzazione dell'offerta turistica locale; realizzazione di una rete integrale di sentieri turistici in ambiente rurale.

GAL Valli di Tures e Aurina – Trentino-Alto Adige
Il GAL è stato costituito nel 2001 per l'attuazione del Programma Leader+, la base sociale è attualmente composta da 9 soci, portatori di interessi collettivi e privati, in rappresentanza delle principali componenti istituzionali, economiche e sociali del territorio.
Il PSL si propone di migliorare le condizioni di vita della popolazione locale di tipo rurale, grazie a una riqualificazione dei paesi nelle aree periferiche tramite la creazione di prerequisiti infrastrutturali per una rivitalizzazione della località in senso turistico; sviluppare nuovi prodotti e migliorare la qualità del prodotto e del processo e migliorare l'impatto ecologico della produzione stessa.

Foto credits: @Archivio Regione Lazio

I commenti sono chiusi