Principali attività del progetto

Lo sviluppo della rete di offerta delle Terre Ospitali si basa da un lato sulla verifica, l'organizzazione e l'adeguamento gestionale delle componenti già esistenti nei territori e dall'altro, sul trasferimento di esperienze e lo sviluppo di processi finalizzati a dare spessore e visibilità all'identità dell'offerta territoriale. Il progetto è stato avviato con un'intesa attività di animazione sul territorio da parte dei GAL per la mappatura degli operatori territoriali, che rispondono a specifici criteri di qualità e presentano un legame con il territorio, per costituire la rete di offerta "Terre Ospitali". Quest'ultima include sia le produzioni agroalimentari tipiche e tradizionali sia il sistema dell'accoglienza inteso come patrimonio culturale, naturale, sociale e dei servizi.

Una volta raccolte le informazioni necessarie per la messa a punto dell’offerta turistica, sono stati realizzati prodotti di comunicazione e diffusione congiunta quali l’immagine coordinata, il sito web e una collana di guide turistiche (una per ciascun territorio interessato) in ognuna delle quali sono consigliati itinerari che integrano la natura, il paesaggio, la storia e la cultura, l’arte, il folklore e la gastronomia.

Attraverso il progetto la promozione dell’offerta turistica è stata sostenuta anche con la partecipazione alle principali manifestazioni ed eventi di settore di rilevanza internazionale tra le quali, in particolare, la partecipazione al Salone del Gusto 2014 e 2015, dove le Terre Ospitali sono state presenti con uno stand in cui si sono svolti laboratori del gusto e incontri di presentazione dei cinque territori, e altre iniziative a carattere territoriale.

Foto credits: @Blickle

I commenti sono chiusi