La Scuola di tombolo di Predoi

A fine ‘800, tre ragazze di Predoi andarono a studiare pizzo al tombolo a Vienna e al ritorno Anna Mittermair, la più brava delle tre,  divenne la prima insegnante di quest’arte in una scuola inizialmente gestita dal parroco locale. La scuola venne frequentata soprattutto delle mogli dei minatori che avevano più tempo libero rispetto alle indaffaratissime mogli dei contadini dei masi. Quando nel 1893 venne chiusa la miniera di rame di Predoi, i parroci Johann Pescosta e Franz Josef Kleinlercher (direttore della scuola), fecero di tutto per salvare dalla povertà le famiglie degli ex minatori, indirizzandole verso l’attività del tombolo le loro mogli che si occupavano anche della vendita diretta dei pizzi. Con il tempo la scuola ha formato molte bravissime artigiane e nel 1970  è stata premiata alla Fiera dell’Artigianato di Monaco di Baviera con il premio statale dello Stato Bavarese e la medaglia d’oro. Nel 1994 la scuola è stata rifondata e trasformata in associazione con un suo statuto e una sua dirigenza amministrativa.

I commenti sono chiusi